Coronavirus: Piemonte ZONA ROSSA dal 15/03/2021

Pubblicato il 14 marzo 2021 • Emergenza CORONAVIRUS

Da oggi Lunedì 15 Marzo 2021 il Piemonte diventerá ZONA ROSSA, a seguito del Decreto Legge 30 del 13 marzo 2021 e il DPCM 2 marzo 2021 per il contenimento del contagio da COVID-19.

Le misure rimangono valide fino al 6 Aprile (ad eccezione di 3-4-5 Aprile in occasione della S. Pasqua, dove sono previste alcune deroghe riguardo gli spostamenti).

AUTOCERTIFICAZIONE

  • Per uscire di casa è sempre necessaria l’autocertificazione che attesti che ci si sta muovendo solo per ragioni di lavoro, di salute o di necessità.

SPOSTAMENTI

  • Dalle 5 alle 22 è consentito lo spostamento solo per ragioni di lavoro, di salute o di necessità.

  • Vietati gli spostamenti verso altri comuni e altre regioni.

  • Resta sempre consentito il ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione.
  • Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate (con autocertificazione) esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute.
  • Solo il 3-4-5 Aprile (Vigilia di Pasqua, Pasqua e Pasquetta) è consentito andare (al massimo in due con bambini sotto i 14 anni o persone non autosufficienti) a trovare amici e familiari in una abitazione, una sola volta al giorno, spostandosi anche all’interno della propria regione. Lo stesso, sia nei numeri che nei limiti dei confini regionali, vale per ospitarli in casa propria.

SECONDE CASE

  • Lo spostamento verso una seconda casa di cui si ha la proprietà o l'affitto lungo da prima del 15 gennaio è sempre consentito, insieme al nucleo familiare.
  • Possono spostarsi solo coloro che abbiano un titolo per provare la proprietà (possono esibire copia o autocertificarlo) e a condizione che la casa di destinazione non sia abitata da persone non appartenenti al nucleo familiare del proprietario.
  • Si possono raggiungere le seconde case anche in un'altra Regione e anche in zona rossa. Ci sono però alcune regioni che hanno emesso ordinanze che lo vietano espressamente, occorre verificare prima dello spostamento.

RISTORAZIONE

  • Chiusura di bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie 7 giorni su 7.
  • Dalle 5.00 alle 22.00 è consentita la vendita con asporto di cibi e bevande, come segue:
    - dalle 5.00 alle 18.00, senza restrizioni;
    - dalle 18.00 alle 22.00, è vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina (e altri esercizi simili - codice ATECO 56.3).
  • La consegna a domicilio è sempre consentita senza limiti di orario.
  • Non sono comunque consentiti gli assembramenti né il consumo in prossimità dei locali.

ATTIVITA' COMMERCIALI

  • Sono aperte solo le attività per la vendita di generi alimentari e di prima necessità (29 attività individuate nell'allegato 23)
  • Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.
  • Consentita la vendita al dettaglio di articoli per la prima infanzia.
  • Chiusura di parrucchieri e dei centri estetici.
  • Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici.

SCUOLE

  • Chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado (a partire dagli asili nidi)

ATTIVITA' MOTORIA E SPORT

  • L’attività motoria, come la semplice passeggiata, può essere fatta solo nei pressi della propria abitazione e da soli, a meno che non sia con figli minori, persone non autosufficienti e animali domenistici.
  • L’attività sportiva va svolta in solitaria, con una distanza di almeno due metri da altre persone.
  • Chiusi circoli e centri sportivi anche all’aperto.

Le misure resteranno valide sino al 6 APRILE 2021.

>>> Scarica l'AUTOCERTIFICAZIONE

>>> Consulta le FAQ relative a ciascuna regione


Fonte Presidenza del Consiglio dei Ministri